“Ciao, come stai?” – “Bene, grazie”

Eccovi il classico esempio di pseudo conversazione tra conoscenti. Un saluto, una domanda buttata lì per caso ed una risposta rigettata in automatico manco fossimo alla catena di montaggio della FIAT ( che in Italia nemmeno esiste più….). Non sia mai che decidiate d’andare al di là di quel “ Bene, grazie” perché come tutti ben sanno a quel punto il vostro interlocutore vi guarderà come se foste un extraterrestre appena sbarcato sulla terra. Suvvia, diciamocelo, la solidarietà umana è andata  a farsi benedire già da un bel pezzo e a tutti sta bene così. In fin dei conti a nessuno – salvo forse a un numero di persone che potete contare sul palmo della mano destra – gliene importa una beata minchia di come state. L’importante è che non rompiate il cazzo! “Ciao, come stai?” – “Bene, grazie”