“Tra le cose che mi fanno vomitare annoveriamo pure le cannucciate e le foto di gruppo con le capocce puntate verso il basso.”

 

“Non so il perché ma sta di fatto che più i prezzi salgono più le dimensioni dei prodotti diminuiscono. Magari è un problema di fornitori: telefonerò a Grande Puffo!”

 

“Il diritto di critica è abusato dalla disinformazione di chi non sa una sega e pretende di sapere tutto.”

 

“Dove vai in vacanza questa estate? Io vado a fare in culo, vuoi venire? Ci penso un attimo e ti faccio sapere, comunque mi sa che vado ad Otranto.”

 

“Certuni sono soli perché sono stronzi, altri per infauste circostanze della vita. I primi però esistono eccome!”

 

“Fa piacere sentire di non vedenti che tornano a vedere e di invalidi che tornano a camminare. Che cos’è in fin dei conti un po’ d’evasione di fronte alla bellezza d’un miracolo!?!”

 

“A qualcuno che ti deve qualcosa e che incrociandoti casualmente per strada ti dice che stava proprio pensando di chiamarti devi rispondere che stavi proprio pensando di mandarlo a fanculo.”

 

“Colui che s’infila i sandali coi calzini è un idiot savant. Idiota perché per me non ha proprio senso, sapiente perché forse un senso ce l’ha e magari sono io che non ho capito un cazzo.”

 

“Se navighi senza porti domande corri il rischio di veleggiare verso un mare di cazzate.”

 

“A una bella bugia preferisco una triste verità, in fin dei conti mentire non è che rimandare a una data che prima o poi arriverà.”