Ben trovate gentili signore, questa sera vi propongo una ricetta per fare felice il vostro lui, frittata con le cipolle e vino de la maison. Per prima cosa date un occhio al frigo, gettate via le carote avariate che avete comprato quando pensavate di essere capaci di fare la dieta, e rimediate sei o sette uova. La data di scadenza non importa, anno più anno meno il sapore è sempre lo stesso. Tirate fuori dalla credenza un piatto cupo  e iniziate a giocare all’autoscontro con le uova. Ora non vi state a preoccupare per i pezzi di buccia che si infilano tra tuorlo e albume, rende il tutto più croccante e vedrete che a lui piacerà. A questo punto iniziate a mescolare la melma con un cucchiaio di legno sporco di tonno del giorno prima e aggiungete una bella spruzzata di cipolla surgelata. Salate e pepate a piacere, accendete il fornello e lasciate rosolare per dieci minuti buoni. Non vi dannate l’anima per girare la frittata, dovete bruciarne una buona parte e ritrovarvi con quel delizioso effetto “BISCOTTI RINGO” che piace tanto ai bambini.  E siamo giunti alla fine mie belle casalinghe di Voghera.  Sistemate la padella a centro tavola, tirate fuori il fiaschetto di vino comprato alla trattoria “Da Luana” in zona stadio et voilà. Cotto e avvocato! Alla prossima amiche.