Da quando la raccolta differenziata è entrata a pieno regime sono nate, in concomitanza della stessa, bande di ribelli affezionati all’atavico principio << FACCIO COME CAZZO MI PARE >>. Questi Robespierre del rifiuto, dotati di un cero ingegno, si nascondono tra la gente comune e compiono i loro raid a qualsiasi ora del giorno e della notte. Ovviamente, prestate attenzione, si guardano bene dall’autolesionismo; non agiscono in aree private ma in aree condominiali, dove possono farsi scudo col beneficio del dubbio. Così capita che nel raccoglitore della carta, ad esempio, trovi sacchetti della COOP stipati d’umido d’ogni tipo. Così come capita che nel raccoglitore dell’indifferenziata, sempre stracolmo, trovi barattoli di vetro delle conserve di marmellata di lamponi della nonna ancora sporchi di reato. Mi limito a questi esempi, onde evitare di raccontare fatti che potrebbero rovinarvi i pasti a venire. Per tutto quanto appena esposto, alla luce delle multe che molti hanno subito a causa di condomini bastardi, dichiaro queste orde di sabotatori della raccolta differenziata fuori legge e li condanno pertanto ad essere banditi dal territorio italiano con effetto immediato. Ringrazio infine l’amica Cristina Bazzanella la quale mi ha gentilmente suggerito questo insulto.

Buona giornata;

Enrico Braglia