Parlando con un amico, mi ha raccontato di quella volta in cui un suo conoscente ha avuto un pauroso incidente stradale. C’era stato urgente bisogno di sangue e il mio amico lo aveva donato per la prima volta perché la vittima aveva il suo stesso gruppo sanguigno, un gruppo assai raro. Da quella volta si era chiesto: “E se l’incidente fosse capitato a me e non avessero trovato nessuno disposto a donare il sangue?”. Ecco, il giorno seguente, quella stessa domanda me la sono posta anch’io così sono finito a chiedere informazioni all’AVIS per iniziare il mio percorso di aspirante donatore. Ho effettuato dapprima le analisi di sangue ed urine e successivamente l’elettrocardiogramma. Tutto è andato bene e da aspirante donatore oggi sono diventato donatore effettivo. Donare non è solo una buona azione, è qualcosa che facciamo anche per noi stessi, veniamo tenuti periodicamente sotto controllo a titolo gratuito. E che dire degli squisiti tramezzini e dei meravigliosi succhi di frutta che ti regalano una volta donato!?! Beh, se non volete donare per gli altri, donate almeno per i tramezzini cotto e formaggio. Non ve ne pentirete. Ricordate di leggere bene l’informativa sulla donazione. Ad esempio tra una donazione e l’altra deve trascorrere un tempo minimo di 90 giorni. Possono donare i soggetti in età compresa tra i 18 e i 65 anni e le donne in età fertile possono donare fino ad un massimo di due volte l’anno. Se non vi avessi ancora convinto guardante un po’ che cosa mi hanno regalato oggi per la mia prima donazione: un fantastico ciondolo per tutte le stagioni! Vi piace eh? Lo volete eh? Allora donate il sangue.Image