Oggi vi parlo degli spammer, una categoria ignobile rappresentata da quelli che postano cose fuori contesto. Chi gestisce gruppi o pagine facebook sa bene di cosa parlo. Magari hai un gruppo di cucina, e ti ritrovi Carmela che ti posta la pubblicità del suo negozio di scarpe, oppure gestisci una pagina di cinema, e ti ritrovi Salvatore che sponsorizza i compro oro. E voi amministratori vi chiedete: “Scusate, ma io che ci ho messo tanta fatica e dedizione nel creare un ambiente dove discutere della mia passione, devo tollerare questi pezzi di merda?”. No, assolutamente no, ecco come evitare di essere sopraffatti dallo spam e dai soggetti che cercano di snaturare il vostro lavoro. Facebook offre la possibilità di impostare filtri, uno di questi è l’approvazione dei post di chi non è amministratore, così eviterete di essere sopraffatti dalla pubblicità o da iniziative di cattivo gusto. Fate poi attenzione ai fake, ovvero a quelli che si registrano con immagini profilo di persone famose, magari di belle donne o di aitanti maschi. Sono al 99% profili spazzatura con l’unico obiettivo di rovinare un ambiente virtuale con marketing di bassa lega. Bannateli e segnalateli, onde evitare di ritrovarveli nuovamente nel gruppo o magari nella pagina. Un’ultima considerazione per gli amministratori. Non dovete, mai e poi mai, aggiungere persone in maniera arbitraria. Non solo non incentivate la presenza, ma destabilizzate pure i contatti già fidelizzati. Se qualcuno viene da voi non è perché l’avete costretto, è perché è interessato a quello che pubblicate. Non conta il numero, conta la qualità.